Curiosità sotto la Lanterna

1Lanternadi Valentina Cristiani –

L’avreste mai detto? Io no.

Se la cerchi non la troverai mai, la curiosità. Banalmente, nel quotidiano, curioso può risultare prendere un caffè/aperitivo con qualcuno che non è perennemente attaccato ad un cellulare, chi riesce a rendere speciali le giornate o -perché no- la propria professione.

Qui, soffermiamoci.

“Tutto ciò che può essere detto, può essere detto in modo chiaro” (Ludwig Wittgenstein). La matematica non più ostica, grazie al genovese Giovanni Filocamo. Autore, quasi per caso. Come quasi tutte le cose più belle che capitano, per caso. Tra i suoi libri di divulgazione scientifica spiccano “Mai più paura della matematica” (2009), “Il matematico curioso” (2010), “Mai più paura della fisica” (2011) e “Il matematico continua a curiosare” (2013). Semplice, intuitiva, innovativa. E, paradossalmente, divertente. Questa la sua matematica”.

2 giovanni filogamoAvreste mai pensato che la matematica può aiutare a cucinare anche la pasta? Si, proprio quella. Ma non chiedete alla signora Tomasinelli di svelare il segreto delle sue strepitose ricette. “Se volete assaggiare i miei piatti potete venire a trovarmi direttamente nel mio home-restaurant” – rivela la bisnonna Leonilda Tomasinelli – che, a 96 anni, con l’aiuto del nipote Fabrizio, ha creato il primo “ristorante in casa” di tutta Genova.

Tre righe che parlano di voi

G: “Sono il matematico curioso. Io sono, il mio essere e l’infinito. Ci preoccupiamo fin da bambini ma il metodo è dentro di noi. Il secondo sapere importante.. è studiare, per imparare, per capire le tue origini in quanto quando sarai grande ti servirà per costruire la tua vita. Il terzo è.. siamo creati d’infinito: qualcosa che non è mai successo a nessuno”.

L: “Sono una bisnonna di 96 anni, sento poco e mi muovo con qualche difficoltà ma lo spirito è quello di una trentenne. Vivo circondata dall’affetto dei miei cari e condivido con loro la passione per la cucina, in particolar modo quella Genovese”.

1 LeonildaVi differenziate dagli altri perché? La vostra peculiarità è?

G: “La matematica non è difficile”.

L: “Mi differenzio dagli altri soprattutto per la mia veneranda età e le mie principali doti sono la tenacia e lo spirito sempre positivo e allegro”.

Chi siete … e chi vorreste essere?

G: “Sono una persona come tante, un po’ pazzoide! Ma sono sicuro che questo mio essere vada a vantaggio della  matematica. Tutti possono riuscire, perché e nel nostro dna da quando siamo creati, nelle viscere”.

L: “Sono “nonna Leo” e vorrei essere nonna Leo ma con 30/40 anni di meno!”

1 giovanniAmate emozionare il prossimo con..? Il vostro guinnes è?

G: “La voglia di farcela. Passare tutta la notte sveglio per scoprire sempre qualcosa di nuovo”.

L: “Il prossimo si emoziona con la mia cucina. Anche se data l’età oggi non cucino più, emoziono le persone con le mie ricette ‘antiche’, preparate da mio nipote Fabrizio. Il mio guinnes?! Provate voi ad andare al tg1 delle 20.30 per aver aperto un “home restaurant” a 96 anni, se non è da guinnes questo! Per la cronaca sono uscita in tv anche a: La vita in diretta, Mi manda rai 3, Quelli che il calcio, tg4, L’aria che tira, A conti fatti, Liguria talk …”

 Un ingrediente indispensabile per alimentare la passione nel vostro lavoro?

G: “In una parola: la ‘curiosità’. Curiosare sempre, perché dovunque c’è matematica. Siamo circondati dai numeri anche se non lo sappiamo, e c’è sempre un motivo per capire meglio”.

L: “Beh, l’ingrediente che più si ritrova nella cucina genovese è senz’altro la ‘maggiorana’ anche se il più tipico e rappresentativo agli occhi del mondo è il basilico, quello di Prà mi raccomando”.

2leoSe vi dico Samp e Genoa … la prima cosa che vi viene in mente?

G: “Le due squadre liguri ma la mia simpatia va al Genoa”.

L: “Se sento Samp penso ai fratelli dell’altra gradinata, se sento Genoa mi viene in mente Mainetto Bruno, che ha militato nel Grifone per tantissimi anni ed è stato il mio figlioccio”.

Tant’è. Ringraziamo Giovanni e Leonilda per le loro curiosità.

Pin It on Pinterest

Share This